Dott.ssa Rosa Palermo pubblica Un viaggio verso il benessere

Ciao a tutti e benvenuti a questa nuovissima intervista di BookNess.

Per me è veramente un grandissimo piacere avere dall’altra parte la dottoressa Rosa Palermo, autrice del libro Un viaggio verso il benessere, percorso che aiuta a migliorare lo stile di vita, a raggiungere gli obiettivi, a prendersi cura di sé, a partire dalla propria anima.

Ciao Rosa, dicci chi sei e di che cosa ti occupi.

Buongiorno Emanuele, sono Rosa Palermo, sono un medico e da più di 30 anni mi occupo di dietologia e medicina estetica.

Ho seguito tantissime persone, donne, uomini e bambini nel fare un percorso di benessere ed a raggiungere i propri obiettivi, cercando di mantenerli nel tempo. Lo scorso anno ero impegnata a progettare un novo percorso di benessere da dedicare a tutte quelle donne che, per motivi di lavoro, impegni con la famiglia, con i figli, non potevano seguirlo.

Mentre ci stavo lavorando, mi è stata diagnosticata una leucemia mieloide acuta.In quel momento mi è crollato il mondo addosso, è stato come un fulmine a ciel sereno, una situazione troppo inaspettata.

Fra le altre cose, sono stata ricoverata in piena pandemia da Coronavirus, per cui ho dovuto affrontare il decorso della malattia da sola, senza il conforto della mia famiglia.

Un cammino veramente difficile, intriso di paura di non potercela fare, pieno di dolore e sconforto, senza potermi confrontare con nessuno. Finché, ad un certo punto, ho compreso che dovevo farmi forza da sola. Ho spostato la mia attenzione dalla malattia, alla guarigione, concentrandomi proprio sulla guarigione. Era necessario un trapianto di midollo.

Per fortuna, uno dei miei fratelli era compatibile e quindi, dopo tre cicli di chemioterapia, mi sono sottoposta all’intervento.

Sono rientrata a casa dopo tre mesi, e finalmente ho potuto riabbracciare i miei figli e mio marito. Poiché, stavo lavorando a questo progetto, dedicato ad un viaggio verso il benessere per tutte le donne, mi sono domandata: perché non seguirlo anch’io?

Allora ho iniziato a coccolarmi, a fare un po’ di attività fisica, per quello che mi era possibile, aumentando la tonicità dei muscoli, insomma, ho iniziato anche io questo percorso di benessere.

Visto che la malattia non mi permetteva di seguire le mie pazienti né in studio, né online, l’unica cosa che potevo fare per condividere questo percorso, con più persone possibili, era scrivere un libro. Tramite una sponsorizzazione sui social, ho conosciuto te, ho cominciato a seguire le tue lezioni, i video e, pensando a quello che poteva nascere, ho scritto questo mio libro, questo mio omaggio a tutte le donne.

Tu mi chiederai, come è articolato?

Innanzitutto, per iniziare ci vuole motivazione, obiettivi chiari, reali e concreti, certamente non perdere 30 kg in poco tempo. Bisogna fare piccoli step continui nel tempo e poi, ogni volta che si raggiunge un obiettivo, occorre premiarsi per poter poi proseguire, e questo vale per qualsiasi cosa si decida di fare nella vita.

Ho incontrato tantissime ragazze che magari non si accettavano, o perché avevano troppi chili, o pochi e allora ho inserito tutto un lavoro sull’autostima.

Ho sempre pensato che tutte le donne siano belle, perché uniche. Quindi, se c’è qualche chilo in più, o lo si accetta, o si elimina.

Sicuramente occorre avere uno stile di vita sano e regolare, perché ci aiuta a mantenersi giovani, a stare bene e in salute. L’alimentazione corretta, l’attività fisica e la cura della propria bellezza, insomma l’arte di prendersi cura di sé a 360°. E ancora, il mantenimento dei risultati raggiunti.

Questi sono stati gli otto aspetti che ho voluto trattare nella prima parte del libro, considerati l’ aspetto motivazionale.

Grazie Rosa per aver condiviso la tua storia, per aver presentato il tuo libro.

È chiaro che, queste vicende, così profonde, denotano e generano, inevitabilmente, delle insicurezze nelle persone. D’altro canto, hai scritto un libro che va all’altro punto dello scoglio, un libro che ci dà maggiore sicurezza. È dedicato alle donne, al benessere, in particolar modo alla perdita del peso.

La mia domanda, al di là di tutto è, quanto, in questo periodo così duro, così difficile per te, il fatto di avere un libro da pubblicare, da condividere, ha influito sulla tua sicurezza psicologica, mentale, personale, nell’affrontare la malattia?

Vedi Emanuele, io adoro il mio lavoro.

Ho esercitato la mia professione con passione e avere completato questo percorso, con la stesura di un libro da dedicare a tutte le donne che hanno bisogno di raggiungere il benessere, di dedicarsi delle attenzioni, del tempo, mi ha dato la forza di andare avanti.

Ogni giorno che passa ringrazio il Signore per essere viva e, anche se, non sono ancora guarita continuo a darmi forza.

La stesura e la pubblicazione di questo libro, gli apprezzamenti che mi fanno le persone che lo hanno letto, mi danno la forza di continuare.

Da un giorno all’altro mi sono ritrovata a non potermi più occupare dei miei pazienti, non potevo abbattermi, mi sono dovuta dare la spinta, reagire non solo per me stessa, ma anche per mio marito, i miei figli, per i miei pazienti, i miei colleghi e per tutti coloro che mi sono stati vicino.

Ho risposto alle chiamate delle miei pazienti anche il giorno dopo il trapianto; nessuna di loro sapeva cosa mi stava accadendo.

La felicità nel dare, anche dal punto di vista della letteratura, è superiore alla felicità di ricevere.

Nel momento in cui hai capito che con il libro potevi dare, non solo alle tue pazienti, ma a tutti coloro che possono leggerlo, è stato un grande aiuto per te. Sono stato felice di aiutarti in questa fase, e ti ringrazio veramente Rosa. Sono un po’ commosso per quello che mi stai dicendo e non è facile fare un’intervista come questa.

Tornando al tema BookNess, pubblicare un libro per la propria attività, In viaggio verso il benessere, a cui abbiamo cambiato la copertina, è il tuo libro, ed è totalmente inerente alla tua attività. Ti sta facilitando nella tua attività di dottoressa? Ti dà la possibilità di dare una consulenza alle pazienti, di aiutarle, al di là delle parole, delle terapie?

Tutte queste informazioni possono essere portare a casa e sono della stessa dottoressa in cui si ha fiducia, possono essere approfondite con la lettura del libro, oltre al colloquio, che ha sempre un tempo limitato.

In viaggio verso il benessere, copertina flessibile, un libro di 192 pagine.

Hai riscontrato dei benefici nella tua attività da questo punto di vista?

Certo che ho riscontrato dei benefici, le pazienti sono rimaste contente, hanno la possibilità di potermi fare tante domande che magari, in studio o per telefono, non possono fare.

Spero che mi faciliti sempre di più. Certo, la pubblicazione è recentissima però, per le reazioni positive che ho avuto, sono molto soddisfatta. Mi auguro di poter essere di aiuto a tantissime persone, anche a quelle che non conosco.

Mi piacerebbe avere un feedback, perché è stato un libro fatto con il cuore, che fa parte di un periodo particolare, qualcosa che non si può spiegare con le parole Emanuele.

Ovviamente, queste emozioni non possono essere descritte con le parole, seppur Rosa, i libri siano fatti di parole. Nel tuo, ci sono otto moduli che guidano, passo dopo passo, a raggiungere il benessere, spiegando come raggiungere l’obiettivo.

C’è un diario alimentare che, attraverso un percorso interattivo, una compilazione, permette di personalizzarlo, di raccogliere delle informazioni preziosissime per la propria salute. C’è la dieta detox, per disintossicarsi. C’è il detox relativo alla parte più importante del nostro corpo da questo punto di vista, che è l’intestino.

Poi c’è il percorso alimentare suddiviso in quattro fasi specifiche, ci sono 28 ricette detox, c’è una indicazione sulla attività fisica e consigli di bellezza.

Quindi essere belli non è un qualcosa che nasce solo da una questione estetica, ma Rosa dimmi se sbaglio, anche da un fatto interiore.

Infatti, ed è per questo che insegno a prendersi cura di sé a partire dalla propria anima, perché il benessere deve partire da dentro.

Altra domanda, forse troppo personale, questo avvicinamento alla Fede è un percorso esposto anche nel tuo libro oppure un qualcosa che è accaduto in questa fase, in maniera più profonda, proprio per ciò che hai vissuto e stai vivendo?

Sono credente, e questa Fede si è rafforzata durante tutta la malattia, e continua a crescere.

Nel libro ho inserito una serie di Credo, che partono dall’anima, che sono miei e li ho inseriti perché ho voluto trasmetterli alle persone che leggono il libro.

I tuoi Credo? Puoi spiegarci meglio questo aspetto?

Per esempio, credo che bisogna vivere completamente la propria età e godere della propria bellezza. Alcuni credo sono motivazionali, altri pratici.

Mi ha colpito una recensione su Amazon, dove questa persona consiglia di proporre il libro nelle scuole per educare i ragazzi a migliorare il proprio benessere, la propria autostima, ad avere sempre un buon rapporto con se stessi e non solo con il corpo.

Dunque il benessere fisico con il benessere dell’anima.

Rosa, ho trovato la recensione di cui parli, di una donna, Giuseppa Milanese.
Leggo il pezzo relativo alla scuola:

“Processo definito di autostima quello dei Credo della Dottoressa Palermo, che sottolinea in ogni capitolo perché è fondamentale nel percorso del benessere.

Proporrei questo testo anche alle scuole, essenziale per le basilari nozioni medico-scientifiche sull’alimentazione ma, soprattutto per lo spirito positivo e stimolante che, pagina dopo pagina, viene ripetutamente infuso nella mente di chi legge.

Spesso i giovani di oggi, soprattutto i giovanissimi, non riescono ad avere un buon rapporto con il cibo, vedi anoressia e bulimia, perché non credono nelle loro capacità, non si amano abbastanza per sentirsi forti, per affrontare e motivare le loro giornate, le loro azioni, le loro scelte e possibili obbiettivi.

Grazie ancora all’autrice per tutti gli spunti che ci aiuteranno a migliorare la nostra vita nel corpo e nell’anima.”

Questa, è veramente una recensione che conta, a cinque stelle fra l’altro come tutte le altre.

Vedo tanti libri, pubblichiamo quasi un libro al giorno e leggo tante recensioni, però trovarne come questa, nata da una autentica reazione, è proprio raro. Un libro da non perdere!

Rosa, grazie per la tua condivisione.

Ti facciamo un grandissimo augurio per tutta la tua vita, per il tuo percorso di dottoressa, mamma e scrittrice.

Dove possiamo trovarti?
C’è una mail a cui le persone possono scriverti e tu puoi rispondere?

La mia email personale è: rosapalermo57@gmail.com.Visto che non posso ancora essere in studio, chi ha bisogno ad esempio di consigli, può contattarmi, a questa email.
Ci sono spazi sui social, un sito web dove poter ulteriormente approfondire?

Sì, è tutto scritto sul libro: c’è il sito, l’email, a pagina dello studio.

Il libro Un viaggio verso il benessere, il punto di incontro con Rosa Palermo; acquistare questo libro per poter approfondire le sue conoscenze, il suo percorso di supporto, di aiuto per le donne alla ricerca del benessere psicofisico.

Rosa, ti ringrazio tantissimo, ti mando un grande abbraccio e ci aggiorniamo prestissimo.

Grazie a te Emanuele.

Ti ringrazio per avermi intervistata e per avermi dedicato questo tuo tempo, che è sempre prezioso.
Ciao.

Share This