counselor autrice
Ciao a tutti benvenuti in questa nuovissima intervista di Bookness. Dall’altra parte per me è un grandissimo onore avere Loredana Filippi autrice del libro “Richiami di Risveglio”. Pochi secondi fa mi ha confidato come poter risolvere un mio fastidioso problema alla schiena il suo libro ha un sottotitolo che si chiama “la medicina dei significati e il ritorno del femminile nella scienza e nella coscienza. Loredana dicci chi sei e di che cosa ti occupi.
Ciao Emanuele, sono una scrittrice saggista. Lavoro nella relazione d’aiuto e i miei argomenti ovviamente inerenti al lavoro sono legati soprattutto alla crescita personale e alla crescita di consapevolezza che oggi non può prescindere dal mettere un piedino in quelle che sono le nuove scoperte della fisica quantistica. Io ne parlo certamente non da scienziata perché non lavoro in laboratorio ma lavoro in un altro tipo di laboratorio che è quello della coscienza in cui ognuno di noi dovrebbe abituarsi a frequentare. Soprattutto oggi perché c’è un momento specialissimo che stiamo vivendo e attraversando. Questo è stato il trampolino del mio libro che ha una storia particolare in merito, perché questo libro avevo iniziato a scriverlo ben due anni e mezzo fa. Successe in seguito ad una conferenza che avevo ottenuto per la festa della donna in cui cercavo di portare a dimostrazione questo nuovo orizzonte che si sta manifestando oramai ampiamente dove un nuovo tipo di sensibilità sta tornando. Perché comunque di umano c’è la sensibilità del femminile, non inteso ovviamente in senso biologico. Il femminile come il maschile in senso ontologico sono le parti di noi che abbiamo dentro e che ci costituiscono. Ovviamente Jung riferimento d’obbligo quando ci parla di Animus e Anima, sono le due parti del nostro cervello le due contraddizioni attraverso le quali danziamo nella vita tutti noi maschi e femmine. Quindi sono la ragione e sentimento. La tesi del libro che era appunto già albeggiata da due anni fa, quando ho iniziato a scriverlo ma poi l’ho interrotto, è proprio quella dell’emergere di una sensibilità che ritorna verso il pianeta, l’ecologia, il desiderio di bene che emerge sempre più nelle persone. E’ quasi scontato ma è doveroso riconoscerlo, nonostante che oggi abbiamo un panorama così tremendo, non apriamo la finestra o accendiamo il televisore. Infatti è contro intuitivo affermarlo quando però di fatto nessuno può negare perché anche solo cento anni fa non si poteva parlare di un certo tipo di sensibilità e di attenzione come lo facciamo oggi. E quindi questo dobbiamo rilevarlo. Questa cosa emerge anche nella scienza perché la nuova scienza porta delle caratteristiche tali per cui addirittura sta modificando il linguaggio, sta modificando la narrazione che ne fa. Perché quando si parla di particelle che danzano tra visibile e invisibile di questa realtà particolare che la scienza dei quanti va illuminando ecco che veramente la scienza scientifica com’è intesa oggi e la scienza umana si incontrano o si rincontrano.
Bene Loredana, ci hai dato una introduzione già molto significativa della “medicina dei significati”, del tuo libro. È bellissima la copertina che si può vedere qui all’interno di questo video. Ora com’è stata la tua esperienza con il self publishing o auto pubblicazione? Come ti sei trovata?
Da un punto di vista poi più diciamo pratico, mi sono trovata benissimo con Soranji, con Giovanni che inoltre mi hanno studiato la copertina e ringrazio una mia carissima amica che mi ha permesso di utilizzare la sua opera. Quest’opera è stata elaborata stupendamente dal grafico! Ce l’ho qui perché ha trovato anche il modo di mettere una specie di pre titolo, più il titolo e il sottotitolo. Quando l’ho vista ho provato una forte emozione. Poi adesso, come tutti i bravi allievi, sto studiando sui corsi che tu mi hai fornito che sono tantissimi, profondissimi e magari un po’ meno legati a quella che è la crescita personale, sono più legati a una gestione che con me non è molto facile perché io sono l’anti-vendita, proprio il contrario esatto, l’altra faccia ma appunto per questo frequentare e far crescere la gamba più corta, viaggiare sullo scomodo e non sul comodo è utile. E quindi diciamo che sto affrontando questo lavoro di studio, adesso che c’è stato il lockdown qui a Milano, ne ho approfittato per prendermi questo momento di apprendimento sui tuoi corsi e sto lavorando. Ho ancora tanto da fare. Però mi piace mi entusiasmano. Non so se arriverò a fare tutto quello che tu dici. Però ci provo. Adesso voglio fare il sito ho già due siti miei, anzi diciamo tre, ma uno lo voglio rifare e proprio dedicare ai libri quindi col vostro aiuto perché è inutile che mi arrampico sui vetri.
Bene Loredana molto interessante mi ha dato diversi spunti. Il primo spunto da cogliere al volo riguarda le scritte che state sono state messe sul tuo libro, sulla copertina frontale. Tratti un tema che non è immediato, un tema che va spiegato sin da subito. “Richiami di Risveglio” il titolo e poi dopo “la medicina dei significati” e quel tipo di connotazione che tu dai al femminile e quella border line che vai attraversare tra scienza e coscienza, parlavamo prima di fisica quantistica. Sono tutti dei concetti relativamente esclusivi che però messi insieme descrivono il mondo che uno può scoprire all’interno del tuo libro. Questo è il motivo per cui tutte queste parole sono state, con un equilibrio grafico dal mio punto di vista ottimo, impostate sulla copertina frontale. Quindi quando una persona si imbatte su questo libro vede che è un libro che ti dà un beneficio, a livello fisico e a livello fisico, ma è un beneficio che si basa su una concezione diversa dal solito e su una serie di studi che poi, leggendo la biografia dell’autrice, vengono in qualche maniera giustificati su quella che è la sua esperienza. Quindi questo è il primo spunto che mi hai dato in relazione alla tua analisi della copertina mentre il secondo spunto riguarda proprio una cosa molto interessante che ha detto che il marketing è un’attività di miglioramento personale. Sono pienamente d’accordo perché il marketing è quella disciplina che serve brutalmente per cambiare la percezione delle persone in relazione a un prodotto, in relazione a una persona, in relazione a un brand. Di definizione di marketing ne ho lette veramente a iosa, ma quella che più secondo me può essere efficace anche perché è semplice l’ho letta da un marketer americano, che è un grafico tra l’altro che fa delle copertine per bestseller anche di Stephen King, che ha detto che il marketing è la capacità che abbiamo di crearci degli amici. Quindi se non è miglioramento personale questo credo non ce ne sia meno di altri. Quindi, quali sono le lezioni che stai imparando proprio adesso che da poco hai pubblicato per il marketing. Che cosa pensi di poter riuscire a fare nel breve termine in maniera pratica e che cosa invece pensi che tu debba studiare per poterlo fare in una fase successiva nel medio lungo termine?
Allora, nell’immediato io mi sono dedicata a creare una pagina sul mio sito, su uno dei due siti attuali, in attesa di avere il sito che mi preparerete voi. Una pagina di aggancio di riferimento, dove abito, codice fiscale, di identificazione insomma. Ecco e poi adesso ho creato la pagina Facebook di riferimento. Sono stata molto indecisa se creare una pagina o creare un gruppo. Però ho già il mio profilo personale, la pagina di medicina dei significati, la pagina del libro dell’anno scorso e due gruppi. E quindi ho detto no vabbè, faccio una pagina legata al libro e li metterò dei contenuti invitando le persone a scoprire dei contenuti. Quindi mi sto destreggiando un po’ su questo e inoltre sto seguendo il corso “Social Book” con Rodolfo ed è bellissimo. Mi vengono tante domande, mi sto sforzando insomma ma la difficoltà in questo senso il marketing è sicuramente propedeutico perché per crescere dobbiamo camminare su due gambe; una è quella più comoda e l’altra è quella piccolina. Tutti abbiamo un po’ più sviluppata. Siamo tutti purtroppo portatori di una zoppia. L’importante è non reiterala o perlomeno che questa zoppia porti consapevolezza per far crescere la gamba più difficile, più faticosa. Quello su cui devo pian piano a lavorare, è sicuramente l’ostacolo di contattare le librerie perché qualcuno mi ha già detto non pubblichiamo con self publishing. Seguirò i tuoi consigli che sono precisissimi alla virgola anzi veramente sei e siete bravissimi, perché i suggerimenti che date sono chirurgici. Quindi io dovrò affrontare questa cosa. Affrontare l’idea di preparare una email di auto presentazione perché diciamo la verità, parlare di sé è una delle cose più difficili e ci si scontra poi con il timore del rifiuto. Poi io ho avuto sempre e ho tutto tutt’ora una idiosincrasia con la vendita perché mio marito ha un’attività, un negozio storico che era dei miei e quindi è come se qualcosa dentro di me avesse detto io non venderò mai nulla, chiaramente chiamato auto boicottaggio e quindi sto studiando.
La vendita se ci pensiamo è un’attività che facciamo tutti i giorni, nel momento in cui parliamo con il nostro partner, nel momento in cui cerchiamo di convincere i nostri figli a fare qualcosa, nel momento in cui andiamo in ufficio o andiamo a fare spesa. Facciamo sempre vendita nel senso che creiamo una negoziazione dove cerchiamo di stabilire quello che è un nostro obiettivo personale. Quindi anche la vendita del nostro libro è un processo analogo e non va mai né sottovalutata né svilita, ma anzi noi diamo valore col nostro libro. Tu in particolar modo Loredana col tuo libro “la medicina dei significati il risveglio di un nuovo mondo” dai un enorme valore e quindi la vendita per te non deve essere una cosa che ti pesa ma deve essere una tua, dal mio punto di vista, responsabilità quasi un tuo obbligo, perché tu ti si è sforzata per creare questo libro, hai lavorato tantissimo e hai detto che è da anni che lo stai “partorendo”. È ora è un tuo obbligo fare in modo che il valore che c’è all’interno di questo libro aiuti più persone possibile e In quest’ottica credo che il concetto di vendita viene completamente smontato e quindi diventerà per te un qualcosa di automatico che bisogna assolutamente fare perché sennò altrimenti non avrebbe senso tutto ciò che abbiamo fatto insieme. Ma soprattutto tutto ciò che hai fatto tu prima a livello di studio, a livello di scrittura, a livello di costruzione di un prodotto editoriale ottimo, ho avuto la possibilità di leggerlo, come tu stessa hai fatto. Ora perché una persona dovrebbe leggere il tuo libro? Come puoi rispondere in 30 secondi? Dovrebbe leggere il mio libro per scoprire la possibilità che ai nostri giorni è data per ritrovare qualcosa che abbiamo dentro ma che per ragioni storiche e culturali è stato messo nell’angolino perché questo è il momento di dare e tornare a dare voce, o meglio orecchie, ascolto, ad una parte di noi che è la parte onda. Vorrei dire la nostra parte Anima. Anima era la psiche degli antichi, che era la farfalla che volava via. Recuperare quella poesia poietica che è poesia ma è anche creazione perché va bene la scienza, siamo un po’ tutti scienziati oggi, ma la scienza deve unirsi nel matrimonio sacro con la coscienza allora lì torneremo a trovare e ad abitare una fertilità unica.
Il femminile sta sorgendo nella medicina che si ripropone come medicina dell’ascolto, dell’accompagnamento, dove se il maschile taglia, il femminile cuce, perché ricuce alla persona e alla sua vita interiore il suo problema, questo sta tornando. La mia medicina dei significati non è che una declinazione di un panorama molto più ampio. Quindi il compito nostro per uscire da tutto questo marasma, da questo mondo sempre più caotico è dare ascolto alla nostra anima.
Benissimo, ma la mia domanda Loredana era proprio come tu stessa hai sottolineato 30 secondi. Perché ti ho detto 30 secondi? Perché questo è meraviglioso, per me è veramente affascinante, sono dei concetti che veramente ti ammaliano. Però prima abbiamo parlato di vendita. Quindi mettiti nei panni di una persona che ha bisogno di entrare all’interno di un libro come questo. Però nel momento in cui glielo spieghiamo dobbiamo veramente in 30 secondi essere efficaci e cercare di trasmettere il valore che c’è all’interno di questo libro, in maniera tale che difendiamo quel valore che tu hai, come abbiamo detto prima, la responsabilità di divulgare. Quindi complimenti ancora per il tuo lavoro e se una persona vuole rivolgersi a te magari dopo aver letto il libro dove può contattarti e cosa tu puoi fare per lei?
Quello che possono fare per le persone che si rivolgono a me sono consulenze, che posso fare anche via web, oppure dei trattamenti di medicina tradizionale cinese applicata manualmente attraverso lo shiatsu, il micro massaggio, il contatto di armonizzazione energetica ma in questo caso deve venire nel mio studio e quindi non online. Dò in differita dei suggerimenti ma soprattutto cerco di mettere la persona in contatto con sé stessa perché noi abbiamo bisogno per percepirci di avere anche altri occhi da mettere insieme. Quindi guido attraverso quelli che sono i miei strumenti, che sono dalla medicina tradizionale cinese alla mitologia. L’uso del mito come diceva Hilmann: ognuno di noi quando riuscirà guarirà quando riuscirà a vedere il proprio mito, il mito che sta portando sulla schiena della sua vita. Ecco questo è un po’ il mio lavoro, attraverso questi validi strumenti che ho a disposizione.
Bene se uno arriva nel tuo studio con in mano il libro immagino tu possa fargli uno sconto?
Sicuro! Gli chiedo però una recensione.
Il libro ripetiamo si chiama “richiami di risveglio la medicina dei significati e il ritorno del femminile nella scienza e nella coscienza”. Loredana grazie. Buon lavoro. Ci aggiorniamo a brevissimo, un abbraccio.
Share This