Irene Paoletti autrice libro Da lì immenso si aprì il mondo

Ciao a tutti e benvenuti in questa nuovissima intervista di Bookness. Per me è veramente un grande piacere avere dall’altra parte Irene Paoletti, autrice del libro “Da lì immenso si aprì il mondo!” Irene ciao. Dicci chi sei e di che cosa ti occupi.

Ciao Emanuele. Sono Irene, vengo da un paesino della provincia di Pisa. Ho 30 anni e quando mi viene fatta questa domanda, mi fa sempre molto sorridere, perché fino a qualche anno fa sicuramente ero una persona, dico sempre un po’ diversa rispetto ad ora, quindi sono prima di tutto un’educatrice.

Lavoro come insegnante, come educatrice specializzata, anzi per la precisione alla scuola primaria e il mio scopo, la mia spinta motivazionale è sempre stata quella di aiutare gli altri in qualsiasi forma. Quindi sono partita dai bambini fin da quando ero piccola e tre anni fa ho iniziato anche un nuovo percorso che è proprio il percorso del quale poi vado a parlare all’interno del libro che ho scritto.

Tre anni fa conosco il mondo del digitale e diciamo si rivoluziona un po’ quella che è la mia vita. Quindi continuo ad aiutare le persone ma in un modo differente rispetto a quello che facevo prima. Continuo ancora ad aiutare bambini, adolescenti, anche come tutor dell’apprendimento, ma ho iniziato anche una nuova forma di aiuto che è proprio quella di cui vado a parlare all’interno del libro. Questo è un po’ il riassunto di quello che faccio e di quello che sono.

Infatti il sottotitolo del libro riporta “L’educazione finanziaria moderna. Scopri i segreti controintuitivi per migliorare la tua vita sfruttando le opportunità nascoste dell’universo online”.

Devo dire che è molto intrigante, ma ancor più interessante alla luce del preambolo che ci hai fatto, di quello che è il tuo background, di quello che è ciò che fai. Come sei arrivata a interessarti e a diventare un’esperta di educazione finanziaria?

Ero la persona più impensabile che avrebbe potuto intraprendere un percorso di questo genere. Quindi ero la classica persona che viveva nella sua routine da criceto, in qualche modo, mi sentivo soddisfatta di quello che era il mio percorso dal punto di vista personale e anche dal punto di vista lavorativo.

Però appunto, come dicevo prima, tre anni fa un mio caro amico mi ha fatto scoprire il mondo dell’online, il mondo del digitale e ho fatto subito un passo indietro. Non mi sono assolutamente approcciata a questo mondo fin da subito, perché avevo un sacco di credenze limitanti, un sacco di paure che non mi permettevano di aprirmi a nuove conoscenze. Per fortuna il mio compagno non era del mio stesso avviso, quindi è stato sicuramente grazie a lui che ho avuto la spinta per iniziare quantomeno a conoscere questo nuovo mondo e questo nuovo percorso.

Ormai sono tre anni, che lavoriamo insieme e abbiamo iniziato a lavorare come editori digitali, portando avanti anche quello che era il nostro lavoro e che era il nostro lavoro tradizionale, chiamiamolo in questo modo. Ad oggi il mio il mio scopo è proprio quello di andare a sensibilizzare e andare a far conoscere alle persone che in realtà non esiste soltanto il lavoro quello che noi chiamiamo tradizionale ma ci sono tantissime altre forme per poter monetizzare e soprattutto un mondo digitale appunto, che è sempre più una nuova scoperta.

Secondo me è importante proprio stare al passo con i tempi, andare a capire come si sta evolvendo e come si è già evoluto il nostro mondo. Il mio scopo è proprio questo, andare a sensibilizzare, andare a far conoscere alle persone che esiste molto altro rispetto a quello che comunemente viene conosciuto.

Offrire quindi anche un’idea di cambiamento, di innovazione, non solo dal punto di vista lavorativo, ma anche dal punto di vista personale. Perché io penso che prima bisogna crescere un po’ come persone e poi di conseguenza si può crescere anche nell’ambito lavorativo e così in tanti altri ambiti.

Facci degli esempi pratici di come poter monetizzare online, con 1 ora alla settimana, come dici nella descrizione del libro.

Sì, noi abbiamo iniziato percorsi di trading, quindi trading forex, trading con criptovalute. Abbiamo iniziato percorsi di network, percorsi all’interno del mondo dell’immobiliare, quindi compravendita con l’immobiliare, property manager. Ci sono tantissimi modi per poter monetizzare con il business online.

È sicuramente uno dei metodi più conosciuti e più numerativi è sicuramente il mondo del trading e anche il mondo del network che ormai sono molti anni che sono presenti ma che spesso le persone tendono ancora a sottovalutare o comunque ad avere paura ad approcciarsi a questi tipi di mondi.

In realtà sono dei settori molto remunerativi e che ti permettono veramente con poco tempo a disposizione di poterti creare quella che è una seconda entrata parallela alla prima oppure addirittura proprio un’entrata principale.

Molto interessante. Questo libro a chi si rivolge? A delle persone che hanno già delle competenze tecniche nel digitale oppure ti guida passo passo per affrontare anche i tecnicismi successivi?

Questo libro innanzitutto è improntato verso le donne. L’ho un po’ a cuore, sicuramente perché sono una donna anch’io e mi sono trovata molto spesso a combattere con tante credenze limitanti per quanto riguarda il mondo delle donne. Sappiamo che le donne hanno fatto tantissimi passi avanti in tutti questi anni per farsi vedere, per farsi riconoscere.

Purtroppo però nel mondo dell’online, soprattutto, ancora veniamo un pochino messe in secondo piano. Ho sentito tantissime donne che in primis si mettono in secondo piano, dicono: ma, non lo so, forse è una cosa che non fa per me, ne parlo con il mio compagno, forse potrebbe essere una cosa più interessante per lui. Quindi sicuramente il mio libro va a catturare l’attenzione di tutte quelle donne che in realtà hanno un sacco di potenzialità, soprattutto per quanto riguarda il ramo trading.

Sono state fatte un sacco di ricerche a riguardo ed è stato dimostrato scientificamente che le donne sono molto più forti nel trading rispetto agli uomini e molto più conservative. Però purtroppo c’è ancora questa difficoltà ad approcciarsi a questo mondo e quindi sicuramente il libro vuole essere un aiuto per tutte le donne principalmente, quindi per la fascia femminile ma non solo. Il mio libro si rivolge anche a tutti quei ragazzi che magari escono dalle scuole superiori e si trovano in difficoltà, non sanno che cosa fare perché molto spesso succede.

Quando usciamo dalle scuole superiori pensiamo di essere grandi. Io in primis lo pensavo, ma in realtà siamo ancora molto giovani per decidere quale sarà la nostra vita, quello che sarà il nostro futuro. Quindi, perché non offrire anche ai giovani un’opportunità per iniziare subito a lavorare, a monetizzare con il mondo dell’online, che poi è il mondo attuale, quello che si sta evolvendo sempre di più.

All’interno del libro faccio un esempio anche di un signore che ha iniziato a lavorare con me, nonostante lui abbia 50 anni, ha deciso comunque di rivoluzionare la sua vita e di approcciarsi al mondo dell’online. Quindi penso che non ci sia ne un’età né un momento giusto.

Hai detto 50 anni? Hai qualcosa contro quelli di 50 anni?
No, nel senso che non è rivolto soltanto ai giovani. Indistintamente per qualunque persona, sia per persone che ancora non lavorano quindi ragazzi giovani ma anche persone che già stanno lavorando ma che decidono di cambiare la propria vita, di migliorarla o comunque di avere nuove conoscenze, nuove entrate anche economiche.

Bene Irene. Hai spiegato perfettamente quello che è il target e quello che è il profilo della persona che può prendere in mano questo libro. Il titolo è quasi romanzato, è evocativo e questo cattura l’attenzione.

Anche la copertina però, è una tua scelta che è stata fatta appositamente per questo aspetto, come dire narrativo, che comunque dai all’opera che la rende quasi come un testo liberatorio, un testo che ti apre a delle nuove possibilità.

Il titolo è molto coinvolgente da questo punto di vista. Bene Irene, abbiamo anche da parte tua adesso la possibilità, attraverso un sito web, di poter scaricare l’anteprima del libro e a chi l’acquisterà, all’interno ci sarà un pensiero speciale, un regalo, un qualcosa di privilegiato che tu hai pensato per i tuoi lettori. Puoi svelarlo?

Sì, assolutamente. All’interno del libro c’è la possibilità di avere una consulenza privata con me, in cui andrò proprio a spiegare nel dettaglio quello che vado a fare e a dare, proprio a livello pratico, degli strumenti per poter andare a conoscere quello che è il business online, quelle che sono le possibilità, i canali per iniziare a lavorare e a monetizzare nel giro di poco tempo, ovviamente dopo aver acquisito le giuste conoscenze.

Molto interessante. Irene, un’ultima domanda. Se mi permetti, come ti sei trovata con il nostro servizio Bookness?

Benissimo. Devo dire che erano molti anni che volevo scrivere un libro, quindi ho sempre avuto un po’ questo pensiero, ma sono sempre stata una di quelle persone che pensava di non avere qualcosa da raccontare. Quindi mi sono sempre un po’ fatta influenzare da questo mio pensiero negativo, da questa mia credenza limitante.

Poi l’anno scorso, meno di un anno fa, ho iniziato ad informarmi su internet per poter capire un po’ come funzionava il procedimento per la scrittura di un libro, la pubblicazione, perché comunque ero ignara a tutto questo e per caso, anche se sono convinta che niente avviene per caso, una persona che conosco mi ha consigliato la vostra agenzia. Quindi ho subito fatto un incontro con te Emanuele e da quel momento ho detto: ok, questo è il momento di partire.

Mi sono trovata benissimo. Ho subito avuto un grande imprinting in qualche modo e poi sicuramente con tutto lo staff che mi ha appoggiata, che mi ha seguita per tutto il percorso. Sicuramente se dovessi scrivere un altro libro, sono sicura che saprei a chi rivolgermi. Assolutamente grazie per tutto quello che avete fatto durante questo percorso.

Grazie a te Irene. Un’ultima domanda. Questa è proprio l’ultima, te lo prometto. Considera che chi segue Bookness è un imprenditore, un manager, un formatore, un professionista che vuole utilizzare il libro come strumento strategico.

Tu ci hai detto in questa intervista che svolgi un’attività con un impiego costante e poi dopo hai un’attività parallela secondaria, dove ti crei delle rendite passive attraverso strategie online di trading, investimenti di un certo tipo e così via dicendo.

In questo ecosistema di tue attività, il libro come si colloca? Nel senso che con questo libro qual è il tuo obiettivo divulgativo e commerciale? Cioè vuoi che il libro ovviamente dia la possibilità a tanti altri di avere questi vantaggi che tu ora stai vivendo. Però dopo il libro che cosa intendi fare? Te la butto lì, intendi anche iniziare una carriera da formatrice?

Potrebbe essere. Sicuramente non è uno dei miei interessi al momento, però potrebbe essere. Quello che mi spinge in questo momento è proprio far conoscere alle persone e aiutarle a scardinare quelle credenze limitanti che le tengono ancorate.

Perché molto spesso noi abbiamo un sacco di credenze, io in primis avevo un sacco di credenze limitanti e depotenzianti che non mi permettevano di vedere davvero il mondo per la prima volta, come dico io, anche all’interno del libro. Da questo riprende un po’ il titolo, quindi “Da lì immenso si aprì il mondo” è proprio il titolo che viene fuori nel momento in cui parlo proprio del cambiamento che è avvenuto in me e quindi di tutto quello che sono riuscita a vedere una volta eliminate le credenze depotenzianti che avevo e soprattutto dopo aver capito come avevo formato queste credenze limitanti.

Il mio obiettivo in questo momento è andare ad aiutare quante più persone possibili e andare ad insegnare a quante più persone possibili tutte quelle tecniche che a me hanno veramente rivoluzionato e migliorato la vita. Poi un domani potrebbe esserci la possibilità di andare proprio a lavorare come formatrice. Questo assolutamente sì. Non è una cosa da sottovalutare.

Sì. Quindi il libro nel tuo caso è pensato come un mattone che hai messo, un primo mattone che ti creerà inevitabilmente delle nuove opportunità, delle nuove diramazioni delle tue conoscenze specifiche in settori specifici.

Certo assolutamente, sono una grande lettrice da sempre quindi penso che tutto parta da un libro. Penso che il libro sia proprio un biglietto da visita, una sorta di copertina di quello che siamo e quindi assolutamente sì.
Bene. Ti mando un abbraccio a presto. Grazie. Ciao!
Grazie mille. Ciao Emanuele.
Share This