Benvenuto a questa nuova intervista di Bookness. Dall’altra parte: Giacomo Freddi.

Uno degli imprenditori on line che più stimo in Italia. È anche un mio amico, collaboriamo da diversi anni su più fronti e ora siamo qua a parlare dell’importanza delle strategie di content marketing per vendere servizi, software, informazioni, consulenze e qualsiasi “cosa” sia vendibile online. 

Svelo ora un segreto: Giacomo sta per pubblicare il suo libro che sarà una vera e propria Bibbia per gli infomarketer, ma soprattutto per chi affronterà il business online in qualsiasi settore, perché lui è un grande esperto di analisi di mercato e tanto altro…

Chiedo a Giacomo di presentarsi, sebbene sia ben noto online, soprattutto per chi si occupa di business online.

Giacomo, dicci che cosa sei, che cosa fai e perché sei qui…

Ciao ragazzi, ciao Ema e soprattutto grazie. Sono veramente onorato di essere ospite del tuo podcast. Per chi non mi conosce ancora e non conosce quello che abbiamo fatto Emanuele ed io in passato: conosco e ho collaborato con Ema su diversi progetti, stimo moltissimo Emanuele e quella che è la sua esperienza nel book publishing. Secondo me è il numero uno in Italia quando si tratta di pubblicare libri. Quindi sono veramente onorato di essere tuo ospite qui oggi.

Mi presento: il mio nome è Giacomo Freddi, sono il fondatore di Marketing Programmatico e Piramid.io, che è un software che ti permette di creare anche le campagne più avanzate online anche se parti da zero. Quello che faccio è aiutare gli imprenditori che hanno prodotti e servizi di qualità a generare un’audience di contatti profilati e interessati, che ti vedono come esperto e portarli ad acquistare in modo naturale da te, senza competere con i prezzi al ribasso della concorrenza. E questo lo faccio attraverso un metodo che ho chiamato marketing programmatico. Un metodo che ti permette in base alla tua specifica situazione di ottenere e implementare il percorso più veloce possibile per ottenere contatti e vendite online.

Grazie Giacomo, hai fatto un’introduzione piuttosto sommaria delle attività che segui. Conoscendoti di persona, so che dietro tutto quello che hai detto c’è veramente un mondo di attività, servizi, processi, imprenditoria vera e propria.

Andiamo al focus di questa intervista: come non possiamo parlare delle varie attività online con tutti gli aspetti correlati, quando si parla di infomarketing o di vendita di servizi online? Ma andiamo a parlare in particolar modo del cosiddetto book funnel.

Faccio una premessa che secondo me, ascoltando diversi guru del settore, è errata. Per book funnel si dà per scontato che uno faccia il cosiddetto free shipping funnel, cioè la consegna gratuita del libro. Dal mio punto di vista e in base alla mia esperienza è qualcosa di più ampio, nel senso che significa vendere prodotti e informazioni partendo da una strategia di content marketing che è focalizzata sulla creazione e divulgazione dei contenuti all’interno di un libro. Premesso ciò, vorrei introdurre un’esperienza che io e te abbiamo vissuto con grande soddisfazione per il tuo stupendo evento live che hai fatto l’anno scorso: il primo evento live di Marketing Programmatico.

Stavi facendo una campagna di lancio, avevi creato tre video pregni di contenuto. Per chi la conosce, sa che è la strategia cosiddetta di Jeff Walker e questi tre video di lancio avevano tanto contenuto ed eri riuscito a crearli in maniera piuttosto spontanea.

Un giorno mi dicesti: Emanuele, questi contenuti sono veramente di valore e vorrei utilizzarli in altro modo. Che cosa possiamo fare? Ti proposi di trasformarli in un libro, cosa che abbiamo fatto. Il problema era che avevamo pochissimo tempo prima dell’evento live e comunque in dieci giorni siamo riusciti a trascrivere, sviluppare, editare un vero e proprio libro che è stato molto apprezzato dai partecipanti al tuo evento live in quanto era il bonus dell’evento.

Parlaci delle tue opinioni da esperto di marketing riguardo un’operazione di questo tipo, cioè trasformare seminari, audio, video dismessi in libri utilizzabili sempre.

Hai raccontato molto bene di come abbiamo utilizzato questo fantastico servizio. Il bello è che il servizio mi ha permesso di fare in quella specifica situazione, è stato creare un contenuto velocemente utilizzando la conoscenza e le informazioni che avevo già messo là fuori, impacchettandole in un formato diverso, che è riuscito a dare qualcosa di più alle persone.

Mi spiego meglio: dentro uno dei nostri servizi, che è il coaching avanzato del Marketing Programmatico, quello che insegniamo è “riempire la tanica», quindi generare contatti e clienti profilati con la campagna di free shipping, ovvero dare il libro gratuito per attirare solo le persone interessate ad acquistare, facendo pagare solo la spedizione.

Come hai accennato, uno dei problemi più grossi che secondo me gira nel mondo di chi insegna marketing, è che basta creare un regalo fuffa con informazioni messe giù velocemente tanto per dare qualcosa di gratis, facendo pagare solo la spedizione, quindi per implementare questa strategia che sappiamo funziona benissimo. I marketer professionisti sanno benissimo che i contenuti sono essenziali all’interno del libro. Immagina che cosa succede se dai un libro gratis a una persona facendo pagare solo la spedizione e questa persona trova solo qualche informazione messa a caso, proprio perché l’imprenditore o il formatore non hanno tempo di scrivere un libro.

Quello che noi facciamo è insegnare ai nostri studenti a creare qualcosa di valore. Il problema è che quella campagna, tra tutte quelle che noi chiamiamo “riempi la tanica», è quella più veloce e facile da creare, il problema è il tempo che serve per scrivere un libro.

Questo blocca le persone che potrebbero generare fatturato se pubblicassero subito il libro. Il servizio di Emanuele che ti permette di creare un libro senza scriverlo, utilizzando la propria conoscenza, questo è veramente il Santo Graal di tutti i formatori perché Emanuele con un’intervista o come ha fatto nel mio caso, riprendendo il materiale che avevo già creato, è riuscito a creare un libro di valore che posso vendere come free shipping.

Lasciando stare il fatto che ora ne sto scrivendo un altro per quanto riguarda il marketing programmatico, che pubblicheremo a breve sempre con Emanuele, metteremo il link qui sotto per la lista d’attesa. Emanuele ti permette di creare un libro con dei contenuti che formano, secondo la struttura che lui e il suo team metteranno in piedi per te, la persona a volere la tua soluzione, qualunque essa sia e questo secondo me è qualcosa di formidabile.

Parliamo ora del tuo libro che stai per pubblicare, so che ci stai lavorando da diversi mesi.

Ogni volta mi dici di aver aggiunto un nuovo capitolo, è un lavoro enorme. So qual è la tua meticolosità nella creazione di contenuti, quindi ho già avuto la possibilità di vedere un’anteprima. Ma dicci in poche parole quali sono secondo te i tre benefici principali che avranno le persone nel leggere il tuo libro.

Il primo beneficio è scoprire il Marketing Programmatico, cioè il metodo che ho definito nel corso degli anni dopo aver formato più di diecimila persone online e che elimina la maggior parte del rischio di tempo e soldi quando si tratta di ottenere risultati online.

È adatto sia per chi parte da zero sia per chi ha un grado più avanzato, o ha già delle attività online e offline, quindi per chi è già imprenditore. Si rivolge ai marketer professionisti e chi lo vuole diventare, nel libro faccio molto la distinzione tra marketer amatoriale e professionista. Il secondo beneficio è portare i marketer amatoriali a diventare professionisti. Il terzo beneficio è quello di creare un sistema che si ripaga da solo i costi di pubblicità, senza dover però spendere tempo e soldi per creare qualcosa che le persone non sono disposte ad avere.

Quindi un sistema che sfrutta una delle competenze principali dei marketer professionisti, che è quella di usare le pubblicità a pagamento e di farlo facendo pagare per le tue pubblicità ai tuoi clienti e questo io lo chiamo “riempire la tanica”. Poi, tramite quello che all’interno del libro definisco la seconda piramide del marketing programmatico, andare a far ascendere le persone e monetizzare questa tanica con i nostri prodotti o servizi.

Sarebbe opportuno precisare: per tanica intendi una quantità di persone che si iscrive ai tuoi funnel, giusto?

Assolutamente sì.

Quindi “riempire la tanica” significa fare una campagna di lead generation. E in questo caso la pubblicazione del libro sui canali editoriali potrebbe avvenire in forma gratuita, perché pubblicando il libro non hai i costi di gestione dei canali editoriali come ad esempio Amazon, IBS, Il giardino dei libri.

Quindi questi canali svolgono quel lavoro di gestione e manutenzione del prodotto informativo per te. Quindi per “riempire la tanica” una possibilità potrebbe essere il book funnel, ma tu nel tuo libro spieghi altre possibilità. Quando parlavi di “ascendere” che cosa intendevi?

Faccio una premessa importante, uno dei falsi miti è quello di creare una campagna o vendere un prodotto o servizio ad alto costo prima di essersi creati un’audience. La prima cosa da fare per ottenere risultati online è quella di crearsi un’audience di contatti interessati ciò che vuoi o stai pensando di offrire.

E per “riempire la tanica” intendo creare questo sistema che si ripaga da solo, che non ti porta profitti con dei prodotti o servizi a basso costo che ti riempiono questa tua tanica di contatti profilati. Una volta che avrai questa tanica potrai dare a queste persone che ti vedono come esperto. Hanno visto quello che fai e hanno appreso dai tuoi insegnamenti qualcosa che dà loro un risultato più facile o veloce o più personalizzato che costa di più.

Così è molto più facile portare qualcuno da non conoscerti ancora a volere la tua soluzione. Quindi, per rispondere alla tua domanda, quello che intendo per “riempire la tanica” è creare un sistema come quello del book funnel che ti porta contatti profilati e li educa a volere ciò che offri.

Quindi, “riempiamo la tanica” facendo pagare a chi si iscrive i costi della pubblicità. Puoi chiarire questo aspetto?

Subito dopo l’iscrizione solitamente offriamo qualcosa, per l’iscrizione nel caso di book funnel, nel caso della pubblicazione di un libro potrebbe essere l’avere scaricato o aver richiesto il libro gratis pagando solo la spedizione.

Subito dopo facciamo un’offerta che io chiamo da un milione di euro, ovvero che risolve il problema più bruciante del tuo settore. Offrendo questa soluzione a un costo più basso possibile, che io chiamo a prova di stupido.

Questo perché quando porti le persone, che magari non ti conoscono ancora, davanti a un’offerta e devono decidere se coglierla o no, devi dare il massimo chiedendo il minimo, così da educare le persone su quello che è il tuo sistema unico e differenziante rispetto alla concorrenza. Con il libro, il bello è che prendi due piccioni con una fava, perché porti le persone non solo a prendere questa offerta subito dopo che hanno preso il libro, ma dopo un po’ di giorni arriverà il libro a casa che li educherà ulteriormente a prendere la tua offerta.

Questo è buono sia per chi la prende subito, sia per chi non ha ancora acquistato. Chi l’ha presa, leggendo il libro rinforza le proprie credenze verso di te e hai un’altra chance per coinvolgere chi non ha aderito alla tua offerta.

È molto chiaro il quadro complessivo dei benefici del tuo nuovo libro che stai per pubblicare. Ci insegnerai come “riempire la tanica” a costo zero, sfatando uno dei grandi miti che in questi anni è cresciuto all’interno dell’internet marketing.

Il falso mito, secondo me, che per acquisire dei clienti e potenziali lead in una fase iniziale di un funnel, è necessario investire dei soldi.

Invece no, acquisiamo i lead e subito andiamo in attivo grazie a un sistema di questo tipo. Questo permetterebbe ai marketer amatoriali di diventare professionali. Un marketer amatoriale non può permettersi grandi budget in una fase iniziale, quindi con un sistema di questo tipo, grazie agli insegnamenti del tuo libro, sarà possibile veramente efficace sin da subito.

Cioè un marketing che non ci svuoti le tasche come succede purtroppo in gran parte delle campagne che abbiamo visto in questi anni, sviluppato da qualsiasi tipo di imprenditore online. Non ovviamente per colpa di questi imprenditori, ma perché lavorano con delle condizioni al contorno che non sono generalmente favorevoli.

Però con una strategia di questo tipo che pensa a monetizzare subito, si apre la strada per questi marketing amatoriali per diventare marketer professionali, come ci insegnerai in questo tuo nuovissimo libro. Sai già quale sarà il titolo di questo tuo nuovo libro?

Dentro al Marketing Programmatico insegno un metodo per portare traffico che si chiama Metodo Splash.

Consiglio a chi volesse approfondire di iscriversi alla lista d’attesa e prendere il libro dove spiego passo passo come funziona.

Per definire il titolo del libro userò più o meno la stessa strategia ispirata a quella di Tim Ferriss, l’autore di 4 ore alla settimana. Quello che ha fatto lui è buttare cinque o sei titoli là fuori, vedere quello che otteneva più clic e usarlo come titolo del libro. Ho già preparato cinque o sei titoli e testerò il titolo del libro per essere sicuro di utilizzare quello che ha più appeal per il mio mercato.

Ottimo! Del resto è la stessa identica strategia che utilizziamo all’interno di Bookness di SelfPublishing Vincente. Il titolo non deve mai decretarlo l’autore, sarebbe un giudizio soggettivo, ma lo deve decretare il mercato.

Quindi, il sondaggio al mercato è lo strumento operativo che serve per ottenere questo risultato oggettivo. Ora ho ancora un paio di domande per quanto riguarda le strategie di content marketing. Che consiglio puoi dare ai nostri ascoltatori e lettori?

Il primo consiglio è di acquistare il libro di Marketing Programmatico quando uscirà, il secondo consiglio è un riassunto di quello che insegno solitamente nel Marketing Programmatico ai miei studenti e alle presone che prendono i corsi. Vorrei anche raccontare la storia di uno dei nostri casi che ha utilizzato il libro per “riempire la tanica”, comunque il secondo consiglio è questo: non si parte mai con i contenuti.

Per quale motivo? So che molti insegnano che content is the king, ma questo è quello che ho fatto io più volte fallendo continuamente e il motivo per cui ho fallito è questo: se tu crei contenuti quando ancora non hai un prodotto da vendere o peggio ancora quando non hai testato che ci sono persone interessate a spendere per qualcosa che è relativo a quei contenuti, potresti fare un flop incredibile. Io per dodici mesi ho creato un blog, ho bloggato ogni singolo giorno, spendevo tutto il tempo della settimana a bloggare e dopo sei mesi non avevo ancora preso il becco di un quattrino. Adesso noi accendiamo le Ad e il giorno dopo già facciamo delle vendite.

È un metodo completamente diverso, quindi la prima cosa da fare è chiedere al mercato qual è il problema più grande quando si tratta ad esempio di perdere peso, generare contatti online, vendere un libro o qualsiasi cosa sia. Subito dopo, individuare le obiezioni o le false credenze che potrebbero bloccare le persone dal prendere la tua offerta. Dopo aver individuato queste obiezioni principali, dalle tre alle cinque obiezioni, creerai dei contenuti, solitamente storytelling o casi di studio che spiegano perché quell’obiezione è sbagliata. Nel caso del network marketing per esempio, anzi nel caso del mio software Piramid, una delle false credenze comuni è che in Italia non ci sono persone abbastanza formate per creare dei software che possano competere con quelli internazionali.

Quello che faccio io, come materiale educativo, è raccontare le storie dei miei clienti che pensavano la stessa cosa, poi hanno trovato Piramid, l’hanno provato e hanno trovato risultati più velocemente e facilmente rispetto a tutte le altre soluzioni là fuori. Questo è un esempio di contenuto che possiamo utilizzare per spezzare un’obiezione.

Giacomo, prima hai parlato di casi studio, a cosa ti riferivi in particolare?

Mi riferisco a un esempio per far capire meglio quello che è il funnel e la campagna “riempi la tanica” che può essere implementata attraverso il libro.

In particolare volevo parlare di Mirko d’Isidoro, che è uno dei nostri studenti del coaching avanzato e che ha utilizzato anche il servizio di Emanuele per scrivere e pubblicare il proprio libro e il bello è che l’ha fatto in una nicchia estremamente difficile come quello dell’allergia al nichel. Il suo problema era come generare contatti facendo pagare i clienti per le sue pubblicità e quindi quello che ha fatto è stato scrivere un libro con il servizio di Emanuele e pubblicare il libro tramite un quiz, che è un’altra delle campagne che insegniamo per “riempire la tanica”.

Sostanzialmente porta le persone con un quiz a scoprire qual è il risultato della propria allergia e come soluzione offre il proprio libro gratuitamente, pagando solo la spedizione e con questo sistema riesce a generare un numero di vendite abbastanza elevato da ripagarsi i costi che spende su Facebook per portare questi contatti. In questo modo aumenta la propria lista, è arrivato a più di seimila persone all’interno della propria tanica. Adesso può offrire a queste persone integratori, corsi online e membership mensili.

Ottimo consiglio Giacomo, per rendere rintracciabile il libro agli ascoltatori e ai lettori, Mirko d’Isidoro è il marito di Paola Orsini autrice di Allergia al Nichel, Mangia Sano e Variato: Ferma il Prurito e i Dolori con 3 Semplici Passi per un Sollievo Duraturo che è stato anche Bestseller Amazon per molto tempo.

Molto chiaro. Si apre veramente un mondo interessantissimo, già schematizzato, già decriptato che all’interno del tuo nuovo libro. Tu ci regalerai questa conoscenza, perché comprare un libro è un regalo che si fa a se stessi. Spendere 10 o 20 euro per un libro, se questo contiene effettivamente delle spiegazioni esaustive su tutti questi temi è veramente un grandissimo regalo che ci facciamo.

Benissimo Giacomo, ti ringrazio veramente tanto per le informazioni che ci hai dato, ti mando un abbraccio, mandaci per cortesia dei link dove seguire. Qui sotto troviamo il link per iscriversi alla lista d’attesa magari per ricevere delle proposte privilegiate nella fase di lancio del libro. Dacci altre informazioni dove poter trovare online i tuoi servizi principali.

Anche per me è stato un grande piacere e i posti dove trovarmi sono Giacomofreddi..it o Piramid.io dove potete trovare il software e le informazioni su come funziona.

Share This