Daniele Stortini autore del libro Metti la testa a posto

Ciao a tutti, benvenuti in questa nuovissima intervista di Bookness. Per me è un grandissimo piacere avere dall’altra parte un toscano doc, un grande professionista, Daniele Stortini. Dal suo negozio già potete capire di che cosa si occupa. “Metti la testa a posto” è il titolo del suo libro.

Ciao Daniele, dicci chi sei e di che cosa ti occupi.

Ciao Ema. Buongiorno a tutti, sono Daniele Stortini, sono un parrucchiere e da 15 anni ho intrapreso lo studio della tricologia. Per chi non sa che cos’è, la tricologia è la cura di cute e capelli su base scientifica, quindi tutte le dinamiche legate al cuoio capelluto e al capello.

Quindi ho voluto scrivere questo libro perché in questo momento storico, dopo il Covid, vi è la necessità di informare le persone su tutte quelle dinamiche che riguardano il cuoio capelluto e di conseguenza anche il capello, per riuscire ad avere dei risultati ancora maggiori e soprattutto per non rischiare di peggiorare nel lungo periodo.

Grazie Daniele, sei stato chiarissimo. Hai pubblicato questo libro “Metti la testa a posto” da pochissimi giorni. Ma mi dicevi poco fa, nonostante questa pubblicazione sia così fresca, stai ricevendo veramente degli ottimi riscontri e le persone ad Empoli ti stanno guardando con occhi diversi.

Parlaci di questa conseguenza positiva che il libro sta manifestando sulla tua persona e sulla tua attività.

Allora, faccio una premessa. Sono conosciuto come un tipo un po’ particolare, quindi nessuno si aspettava che scrivessi un libro, sicché già questo è stato un impatto. E poi leggendolo, spiegandolo, la gente non si aspettava tutte queste cose, perché generalmente non ci si aspetta che un parrucchiere tratti questo argomento.

Di solito per andare a curare cute e capelli ci rivolgiamo sempre, magari a dei dottori, a dei dermatologi, mai a dei parrucchieri. Senza togliere niente ai dottori, ci mancherebbe, però le mani in testa le mettiamo noi, quindi credo sia importante dare degli strumenti che diano dei risultati in quanto noi siamo comunque dei professionisti che lavorano su cute e capelli.

La cosa particolare di cui mi sono accorto durante questi anni è che non c’è la consapevolezza nella mentalità delle persone di conoscere tutto quello che è la cute, le sue dinamiche e di conseguenza i capelli. Questo è un motivo per spronare le persone alla conoscenza e, anche perché no, anche tutti i miei colleghi.

Collaboro con dei ricercatori, con un’azienda che è leader in questo, con dei dottori dermatologi e specializzati in tricologia, quindi da qui a dieci anni i pronostici non sono dei migliori. Secondo me è giusto, ho trovato giusto creare uno strumento che potesse aiutare le persone intanto alla comprensione, a comprendere che cos’è questo mondo e di conseguenza poterle aiutare a migliorare la propria qualità di vita del capello eccetera.

Senza peccare magari di presunzione, però credo sia fondamentale la cura, anche l’impatto per tutti i servizi che vengono fatti dal parrucchiere, come il colore, le schiariture, lo shampoo. Ecco, qualunque cosa che viene fatta normalmente da un parrucchiere, di base c’è la cura perché sicuramente dove c’è un capello migliorato, una cute sana, dove tutto sta in equilibrio, anche tutti gli altri servizi avranno un impatto diverso, invece un capello che magari è compromesso compromette anche tutto il resto.

Chiarissimo Daniele, quello che conta, al di là di quello che potrebbe essere un giudizio dall’esterno, uno non ha un titolo di studio magari per fare una cosa, oppure gli altri gli dicono che lui si occupa in maniera, come dire, più artigianale che didattica, che istituzionale, di un certo tipo di attività, quello che conta alla fine sono i risultati.

E i risultati incredibili che hai mostrato in questi anni di poter ottenere con le persone che si sono affidate alle tue competenze e al fatto che tu gli metti, hai detto giustamente, le mani in testa sono veramente emblematici.

Ce ne racconti uno che ti viene in mente adesso, un caso studio di quelli che hai creato?

Uno che ho riportato anche nel libro. Questa signora, Cristina, era venuta da me disperata perché stava perdendo tantissimi capelli. Ho fatto un’indagine e da lì sono venute fuori alcune situazioni e andandole a trattare siamo riusciti a salvaguardare il proprio capitale capelli e non solo, si stanno allungando tantissimo e la qualità dei propri capelli tramite la cute è migliorata in modo sostanziale.

Questo è importante, e una cosa che ci tengo a precisare, è che proprio in questo momento storico, il Covid, i vaccini, e non è un giudizio perché sono vaccinato, e tutta una serie di inquinamenti fanno sì che siamo bombardati da tossine. Tutte queste tossine si accumulano nel derma dove c’è tutto il nostro mondo e questo fa sì che cambi totalmente lo stato normale della cute e le conseguenze nel lungo periodo possono essere anche molto compromettenti.

Grazie. “Metti la testa a posto. La guida definitiva per scoprire i segreti, per avere capelli meravigliosi e una guida sana“. Allora Daniele, ora ti faccio vedere una cosa che veramente è meglio evitarla, però visto che sono qua.

Allora vedi questa? Questa è la mia testa, vedi che buchi negli anni si sono formati, purtroppo nonostante l’età, insomma, tutto quello che succede a livello di stress. Che consigli potresti dare a un vecchio signore come me?

Beh, allora prima di tutto bisogna fare delle considerazioni. Prima di tutto va fatta un’indagine, dove andiamo proprio ad analizzare il cuoio capelluto, andiamo ad analizzare il capello e la misurazione delle ghiandole sebacee per avere proprio una mappatura di tutta la situazione.

A chi è rivolto questo libro?

Questo libro è rivolto a tutti, a tutte le persone che vogliono migliorare la propria qualità della cute e dei capelli, a chi ha problematiche, quindi a chi ha psoriasi, a chi ha dermatiti, a chi ha perdita, che è diversa dalla caduta. Perché la caduta è fisiologica, la perdita no. A chi ha alopecia, a chi ha cute grassa, a chi suda molto.

Se tu sei costretto a lavarti i capelli tutti i giorni, perché si ingrassano, perché ti si appiccicano, è importante andare a vedere come mai e darti una soluzione, perché se tu riesci a lavarli non tutti i giorni ma almeno una volta ogni due, già ti è cambiata tutta la situazione. A chi vuole provare a rinfoltire il cuoio capelluto perché il capello ricresce solamente in un caso, ossia se dentro il follicolo, che è il buchino da dove esce il capello, la matrice ha nuovi cigli disponibili.

Se noi andiamo a sollecitarla, i capelli ricrescono. A chi ha fatto trattamenti fisici personali, a chi ha fatto la chemioterapia a chi ha vari morbi, varie situazioni personali e fisiche. A chi? A tutti.

A tutti Daniele.

Andiamo a lavorare su tutti. Anche a chi è inconsapevole, va bene? La tossicità non è mai stata alta come oggi e quindi per prevenire. La prevenzione è importante. Quindi se tu sostanzialmente pensi di non averne bisogno, probabilmente facendo un’indagine, scoprirai magari delle cose. Puoi comunque migliorare il tuo stato di cute e di capelli e va bene quindi prevenire, come si diceva: prevenire è meglio che curare.

Probabilmente anche a te, con un metodo scientifico puoi riacquisire parte dei tuoi capelli, magari non tutti, ma parte sicuramente sì. Magari nelle tempie è più difficile, ma sulla parte alta, sì, andando a gestire tutte quelle che sono le dinamiche della cute.

Si ha la possibilità di dare grandi risultati a tutti.

Daniele Benissimo. Fra un po’ andrò ad Empoli a sperimentare i trattamenti del buon Daniele e magari poi ci facciamo un bel Chianti, una bella fiorentina.

Ma a parte questo, ti saluto e ti mando un abbraccio. A presto.

Grazie.
Share This